My personal story

I: I would start with something that some years ago was really surprising to me: for many kind of family problems it happened that I got totally drunk (it was the only occasion in my life) and I got many troubles as I got lost and lost my mobile phone and someone found me in the street and I was quite confused, dizzy, and when they took me to the hospital everybody thought of I had been beaten. In that occasion the fact of being a man saved me when they discovered my only problem was to have a too high alcohol level; policemen and even medical doctors considered it as just having a hangover as I was a boy and without any further investigations, and when I came back to my state of mind what struck me was their saying “well, after all he is a boy, then this is something that may happen"…
Yes, this was the most ….

I : Interesting.

R: Relevant, as it really struck me, actually when we saw, as I said, my parents thought of I had been beaten, when they arrived and brought me, I mean, the policemen or something, when they made the alcohol test, any questions vanished, as they said “ok, it’s something that may happen, watch out the next time…”

I : Did they make any specific comments?

R: Yes they did, to my parents, saying “you should probably reconsider the way you educated him “… I have to say that my parents almost died about it, but…

I : I can imagine, … (laughs)

R: Actually, it never happened again but I was surprised about it as in such cases with a medical proof, there should be a certain degree of control, to understand if it already happened before etc, while nothing similar happened and everybody just took it as a college prank.

I : And did they use the “masculine” label or did they say “it’s a boys’ thing”?

R : Yes, yes they did.

I : How did they exactly express it?

R : They said, expecially the doctor, that this is something which commonly happens to teenagers

I : Teenagers as boys?.

R : Yes, and that’s why it is not relevant and they did not reproach me, no berating by the doctor or the things you can see in tv fiction, nothing of that.

I : Partiamo con la registrazione, mi autorizzi sulla registrazione?

R : Si si.

I : Come sai, l’obiettivo della ricerca è quello di mappare le percezioni sugli stereotipi legati all’essere uomo o donna, quindi ti chiedo se puoi raccontare due episodi nei quali il fatto di essere uomo ha avuto un’influenza rilevante nella tua vita.

R : Allora partirei prima da una cosa che mi ha molto stupito cioè che diversi anni fa per vari problemi familiari e tante altre cose avevo preso una colossale ubriacatura e.. (anche unica nella mia vita) poi c’erano stati vari problemi perché mi ero perso e quindi non mi hanno trovato il telefono e mi hanno trovato poi per strada non in particolare stato cognitivo e quando mi hanno portato all’ospedale pensavano mi avessero picchiato per strada così il fatto di essere maschio, quando hanno scoperto che in realtà avevo solo un tasso alcolico elevatissimo, mi ha abbastanza salvato e anche dal punto di vista dei carabinieri che dai dottori perché essendo maschio l’hanno presa abbastanza come una ubriacatura senza andare troppo a indagare o cose del genere quindi in quel caso, mi aveva stupito poi dopo quando ho recuperato le facoltà cognitive e intellettive il fatto che l’hanno presa come un…“e va beh, è maschio, quindi è una cosa che può capitare”. Si, questa era quella più…

I : Interessante.

R: Rilevante, cioè mi aveva stupito molto, infatti quando abbiamo visto, appunto come ho detto, i miei pensavano mi avessero picchiato ecc, mi hanno portato, sono arrivati ovviamente i, penso fossero carabinieri o cose del genere, quando poi si è avuto il rilevamento del tasso alcolico, si è risolto tutto in una bolla di sapone, cioè han detto: “va beh, è una cosa che capita, stia più attento la prossima volta…”

I : Ma hanno fatto dei commenti specifici?

R: Ai miei genitori sì, dicendo: “forse dovreste rivedere la sua educazione” che i miei ci sono morti su questo commento, però…

I : Eh immagino… (Ride)

R : Infatti mai più successo, però mi aveva stupito questa cosa perché almeno a mio avviso quando capita una cosa del genere con relativa anche controprova medica ecc ci dovrebbe essere un minimo di controllo, se è già capitato e invece non c’è stato assolutamente nulla e l’hanno presa come una “goliardata”.

I : E loro hanno usato proprio l’etichetta maschile, è una cosa da maschi?

R : Sì, sì.

I : Come l’hanno espresso esattamente?

R : Praticamente hanno detto, questo più il dottore, è una cosa che capita abbastanza comunemente.

I : Ai maschi, ai ragazzi.

R : Sì, non è rilevante, quindi senza lavate di capo del dottore o cose del genere, molto da telefilm, non c’è stato assolutamente nulla.

I : Niente di tutto ciò.